Una missione secolare

L'Ufficio per le Aggregazioni Laicali e le Confraternite che opera presso la Diocesi di Roma assiste e coordina i numerosi enti formati da laici impegnati in opere di misericordia e in attività pastorali.

Chi siamo

Pastorale

Annuario






Le Confraternite della Diocesi di Roma

Cosa sono le confraternite?
  • Le confraternite sono associazioni ecclesiastiche pubbliche di fedeli di ambo i sessi, rette in conformità ai canoni 312-320 del vigente Codice di Diritto Canonico.
  • L’erezione di ogni confraternita spetta, a Roma, al Cardinal Vicario e al Vescovo diocesano nelle altre Diocesi .
  • Le confraternite perseguono fini di religione e di culto e non hanno scopo di lucro. Pertanto sono finalità proprie di ogni confraternita:
      1. formare i membri alla pratica e alla testimonianza della vita cristiana con l’ascolto della Parola di Dio, la partecipazione ai divini misteri e l’inserimento nella vita della Chiesa locale;
      2. curare la dignità del culto e l’animazione delle celebrazioni liturgiche nella chiesa in cui ha sede, particolarmente in onore del Titolare della Confraternita;
      3. promuovere, nello spirito del volontariato, la solidarietà umana e cristiana con iniziative socio-caritative, specialmente a favore dei confratelli anziani e soli;
      4. collaborare col Vescovo e col Parroco all’attuazione dei piani di azione pastorale della Comunità diocesana e parrocchiale, offrendo la presenza dei propri membri negli organismi pastorali.
  • Possono far parte di una confraternita i fedeli di ambo i sessi, secondo gli statuti e i criteri specifici della confraternita.
  • Per la realizzazione dei fini della confraternita ogni socio è tenuto a:
      1. frequentare gli incontri di catechesi, da tenersi durante l’anno;
      2. testimoniare una vita religiosa con la partecipazione assidua alla Messa nelle domeniche e nei giorni festivi e con la frequenza ai sacramenti della Riconciliazione e dell’Eucaristia;
      3. prestare ossequio alle direttive del Vescovo, del Parroco, del Padre spirituale e del Consiglio della Confraternita;
      4. partecipare alle processioni d’obbligo e alle esequie dei confratelli defunti, secondo le modalità stabilite;
      5. visitare e soccorrere, spiritualmente e materialmente, in caso di necessità, i confratelli ammalati, anziani e soli;
      6. collaborare alle iniziative di apostolato e di promozione umana secondo le indicazioni del Consiglio della confraternita.
  • Nella Diocesi di Roma sono attualmente presenti oltre 11.000 laici associati nelle confraternite.