Una missione secolare

L'Ufficio per le Aggregazioni Laicali e le Confraternite che opera presso la Diocesi di Roma assiste e coordina i numerosi enti formati da laici impegnati in opere di misericordia e in attività pastorali.

Chi siamo

Pastorale

Annuario






cerca nel sito

Confraternite








Terzo giorno del Triduo di Sant’Antonio da Padova

Giovedì 16 Giugno 2016

Si è svolta l’altro ieri la terza celebrazione del Triduo dedicato a Sant’Antonio da Padova, organizzato dalla Confraternita di Sant’Antonio che ha sede nella Parrocchia di Santa Dorotea a Trastevere: l’eucarestia è stata presieduta da don Antonio insieme al Parroco, Padre Umberto Fanfarillo e altri sacerdoti. Don Antonio nell’omelia ha raccontato i miracoli più famosi e quelli meno conosciuti di Sant’Antonio, spiegando da dove nascono alcune tradizioni legate al Santo, come quella degli oggetti smarriti. Oggi, alle 18.30 Santa Messa che verrà presieduta da S.E. Mons. Angelo De Donatis, cui farà seguito la processione lungo le strade affollate del sabato trasteverino. “Una bella testimonianza di fede” come ha sottolineato oggi don Antonio prima del termine della Santa Messa.

Prima celebrazione del Triduo di Sant’Antonio da Padova

Mercoledì 15 Giugno 2016

Si è svolta ieri la prima delle celebrazioni del Triduo dedicato a Sant’Antonio da Padova, organizzato dalla Confraternita di Sant’Antonio che ha sede nella Parrocchia di Santa Dorotea a Trastevere, triduo che terminerà sabato con la processione e la Messa presieduta dal Vescovo De Donatis. La celebrazione, presieduta dal nostro direttore don Antonio, è stata animata solennemente dai confratelli.

Ultimo Incontro di Formazione dei Lunedì

Lunedì 6 Giugno 2016

Lunedì 6 giugno ultimo incontro di formazione per questo anno pastorale. Ci siamo incontrati alla Confraternita di San Jacopo di Compostella a Via dei Genovesi a Trastevere. L’incontro è iniziato con il saluto della Priora, Lucia Colarusso, che ha ricordato l’opera meritoria della Confraternita: l’ospitalità gratuita dei pellegrini che arrivano a Roma, a piedi o in bicicletta. I pellegrini, muniti dell’accredito,vengono accolti come Cristo, secondo la regola di San Benedetto (nr. 43): “Un pellegrino che bussa alla tua porta sia accolto come Gesù Cristo”. Dopo il saluto, don Paolo Asolan, l’Assistente spirituale della Confraternita, ha tenuto una bella catechesi e spiegazione sulla spiritualità del pellegrinaggio. Don Paolo, professore all’Università Lateranense, è uno studioso delle vie di pellegrinaggio su cui ha scritto diversi libri. Al termine ha presieduto l’Eucarestia, concelebrata da don Antonio, celebrata nel bellissimo cortile della Confraternita. Ha fatto seguito il rito dell’accoglienza dei pellegrini arrivati in quella giornata: i confratelli hanno lavato loro i piedi (vedi foto) e abbiamo insieme pregato il Signore. Un momento commovente e di alta spiritualità, che ha colpito profondamente i confratelli presenti. Infine, una buonissima cena preparata dai confratelli di San Jacopo, durante la quale abbiamo condiviso con i pellegrini arrivati le loro esperienze di cammino. Per maggiori informazioni sulla Confraternita si prega di visitare il sito

Pellegrinaggio delle Misericordie del Lazio al Divino Amore

28 Maggio 2016