Preghiera di affidamento per la Diocesi di Roma

 

Roma 29 Giugno 2017, Basilica di San Giovanni in Laterano
Nella festa dei S.S. apostoli Pietro e Paolo

Preghiera di affidamento per la Diocesi di Roma
Di S.E. Mons. Angelo De Donatis, Vicario di Roma

 

Eterno Signore di tutte le cose
Tu sei la fonte della vita e hai dato origine all’universo;
da te proviene tutto quello che è buono e santo
e dà vigore al nostro spirito.

Ravviva nella Chiesa di Roma
lo spirito dei santi apostoli Pietro e Paolo
che tu ci hai dato come esempio e guida.

Con l’annuncio della parola viva ed eterna
essi hanno suscitato in questa Citta’
un popolo numeroso
che oggi è riunito attorno alla Mensa
preparata a noi dal tuo Figlio.

Nutrita del cibo che non si corrompe,
questa Comunità è pronta a riprendere il cammino
per continuare la missione che essi hanno iniziato
proclamando al mondo che Gesù è il Messia, è il Signore.

Fai che, animati dal loro esempio
e sostenuti dalla loro fraterna intercessione,
ci manteniamo pronti al buon combattimento della fede.

 

Donaci un cuore semplice puro
per essere capaci di riconoscere in ognuno
l’immagine del tuo volto
e vedere in questa età che tramonta
i segni di un tempo nuovo e migliore.

Fa che anche noi, come Pietro,
possiamo proclamare il nostro amore
nonostante la debolezza che ci inclina a cadere
e, come Paolo, sentiamo viva in noi
la grazia che ci spinge a servire il Vangelo
perché siamo stati afferrati da Cristo
e non viviamo più per noi stessi
ma per lui che è morto e risorto per noi.

Allora, divenuti veri discepoli
di Gesù tuo figlio,
sapremo scegliere quello che nel mondo
è debole e disprezzato e ciò che è nulla
perché nella nostra debolezza
appaia la potenza e la sapienza di Cristo.

Facci crescere in una comunione
viva, cordiale e sincera
con il nostro Vescovo, il Papa Francesco,
che tu hai scelto a presiedere nella carità.

Donaci di sentire «le gioie e le speranze,
le tristezze e le angosce degli uomini di oggi,
dei poveri, soprattutto, e di coloro che soffrono» (GS 1);
perché sono l’eco dei sentimenti di Cristo, vero uomo
che ci ha insegnato a pregarti incessantemente
perché venga tra noi il tuo regno.

Fa’ che impariamo a farci tutto a tutti
e siamo disponibili a condividere
la sorte dei più deboli.

Ravviva in noi lo spirito del tuo Figlio
che ci muova su vie nuove
per mostrare agli uomini
il volto puro della Chiesa
vera madre, che rigenera i suoi figli
nella Misericordia.

Affidiamo la nostra preghiera
all’intercessione dei santi apostoli Pietro e Paolo
e a Maria salus populi romani
che veneriamo come nostra Madre e Signora.