Francesco all’Angelus del 29 giugno: “Preghiamo per Roma”


Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

L’odierna solennità dei santi Apostoli Pietro e Paolo è celebrata, come sapete, dalla Chiesa universale, ma è vissuta con gioia tutta particolare dalla Chiesa di Roma, perché nella loro testimonianza, sigillata col sangue, essa ha le proprie fondamenta. Roma nutre speciale affetto e riconoscenza per questi uomini di Dio, venuti da una terra lontana ad annunciare, a costo della vita, quel Vangelo di Cristo al quale si erano totalmente dedicati. La gloriosa eredità di questi due Apostoli è motivo di spirituale fierezza per Roma e, al tempo stesso, è richiamo a vivere le virtù cristiane, in modo particolare la fede e la carità: la fede in Gesù quale Messia e Figlio di Dio, che Pietro professò per primo e Paolo annunciò alle genti; e la carità, che questa Chiesa è chiamata a servire con orizzonte universale. leggi tutto »

La diocesi ricorda monsignor Franco Peracchi

Il Cardinale Vicario, Agostino Vallini, il Consiglio Episcopale, il Capitolo Lateranense e il clero della Diocesi di Roma annunciano il ritorno alla casa del Padre di monsignor Franco Peracchi, canonico del Capitolo Lateranense. E, mentre ne ricordano il generoso e silenzioso ministero al Seminario Romano e nella formazione dei diaconi permanenti, lo affidano a Gesù Buon Pastore, affinché lo introduca nella gioia eterna promessa ai servi buoni e fedeli del Vangelo.
Le esequie sono state celebrate mercoledì 1 luglio alle ore 8.30 nella Basilica di San Giovanni in Laterano

Anche gli universitari al pellegrinaggio diocesano a Lourdes


L’ Ufficio Pastorale Universitaria partecipa al tradizionale pellegrinaggio diocesano a Lourdes, organizzato dal’ Opera Romana Pellegrinaggi, che si svolgerà dal 25 al 29 agosto. Solo per gli universitari sono riservati 50 posti, ad un prezzo speciale di 330 euro. Per informazioni: Suor Doriana Giarratana 338.4084177; Dott.ssa Annalisa Ceravolo 06.69886584; ufficiopastoraleuniversitaria@vicariatusurbis.org

Il Papa: «Famiglie, reagite alle colonizzazioni ideologiche»


Era prevista la pioggia su Roma, «è vero – ha notato il Papa guardando una piazza San Pietro gremita – ma è una pioggia di famiglie». Ha iniziato con il sorriso, Francesco, il messaggio alla sua diocesi in occasione dell’apertura del Convegno pastorale di domenica 14 giugno. Un evento di popolo che ha visto radunati, attorno al proprio vescovo, più di 25mila tra fedeli, catechisti e sacerdoti delle 334 parrocchie di Roma. Alle 18 erano tutti protesi verso le transenne, in piedi sulle sedie, per rubare al Santo Padre uno scatto, un sorriso, un saluto. Ma i protagonisti sono stati i più piccoli; decine di bambini sono stati fatti avvicinare al Papa durante il giro di piazza che ha preceduto l’incontro. Erano i tanti figli di quei genitori ai quali il tema del Convegno diocesano, “Vi trasmettiamo quello che abbiamo ricevuto. Noi genitori testimoni della bellezza della vita”, chiede di essere testimoni gioiosi e responsabili della fede. leggi tutto »

Convegno diocesano, il rapporto Censis: «Benefica inquietudine» anche nei “lontani”


Riflettere sui modi e sui luoghi, ma soprattutto su un linguaggio nuovo per comunicare la fede. Lo ha suggerito Elisa Manna, curatrice del rapporto Censis, raccogliendo importanti segnali di apertura nelle risposte dei non cattolici. Innanzitutto c’è da sottolineare che «su 100 intervistati che si proclamano tali, il 38% si dichiara ateo convinto mentre il 43% sceglie la modalità “non credente-agnostico”, ridimensionando l’ateismo militante che la rappresentazione mediatica ci fa credere imperante». leggi tutto »

Convegno diocesano, Lonardo: «Sono i genitori ad avere bisogno del Vangelo»


Il rapporto personale con famiglie e giovani, la valorizzazione della domenica, la proposta di un itinerario per i genitori e il loro coinvolgimento alla scoperta della carità, della cultura e nella vita degli oratori. Sono alcuni spunti che monsignor Andrea Lonardo, direttore dell’Ufficio catechistico diocesano, ha voluto affidare ai laboratori che questa sera, martedì 16 giugno, alla Pontificia Università Lateranense, concludono le tre giornate del Convegno diocesano. Nella relazione di lunedì 15, a San Giovanni in Laterano, il sacerdote ha ribadito la centralità della famiglia, ricordando anche gli applausi del giorno precedente alle parole del Papa in piazza San Pietro. «Le persone sono e saranno sempre interessate alla famiglia, finché durerà il mondo, perché questo lo abbiamo scritto nel cuore». Discorso «sempre nuovo – ha osservato – anche se forse non è quello più di moda». E l’impegno della Chiesa di Roma è quello di «camminare insieme alle persone che si amano e che amano i loro figli». leggi tutto »