Orario Ufficio Matrimoni 21-26 agosto 2016

Si fa presente che l’Ufficio Matrimoni nel periodo 21-26 agosto 2016 osserverà un orario ridotto dalle 8,30 alle 12,00.

Lettera del Cardinal Vicario ai Sacerdoti Fidei donum della Diocesi di Roma

Lettera del Cardinal Vicario ai Sacerdoti Fidei donum della Diocesi di Roma

 

Lettera del Cardinal Vicario

Nuovi parroci in diocesi: interessate 18 comunità


Diciotto nuovi parroci stanno arrivando in altrettante parrocchie romane in questo periodo, tra giugno e settembre. A partire dal settore Nord della diocesi: alla Gran Madre di Dio, a Ponte Milvio, giunge monsignor Luigi Storto, dai Santi Simone e Giuda Taddeo; nella comunità di Torre Angela lo sostituirà don Marco Simeone, che lascia invece i parrocchiani della Santissima Annunziata a via Ardeatina nelle mani di don Roberto Savoja. Questi si era occupato, finora, dei fedeli di Sant’Ugo, a Val Melaina, pronta a dare il benvenuto a don Diego Conforzi, ordinato sacerdote nel 2007, al suo primo incarico come parroco. Per la prima volta alla guida di una comunità parrocchiale anche monsignor Nicola Filippi, segretario particolare del cardinale vicario Agostino Vallini e delegato diocesano del Centro per il diaconato permanente, che a San Roberto Bellarmino, a piazza Ungheria, succede a monsignor Gianrico Ruzza, nominato vescovo ausiliare lo scorso 8 aprile. Leggi l’intero articolo

Documento di lavoro del Convegno Diocesano 2016

LA LETIZIA DELL’AMORE: IL CAMMINO DELLE FAMIGLIE A ROMA
alla luce dell’Esortazione Apostolica Amoris Laetitia di Papa Francesco

Leggi l’intero articolo

Il Papa: accogliere le famiglie. No alla «pastorale per ghetti»


Tre immagini bibliche che puntano alla concretezza della vita delle persone, accompagnate dal consueto stile “diretto” condito da decine di aneddoti sulla vita familiare, dai nonni alle suocere. Con alcune indicazioni precise per la pastorale familiare: accoglienza, accompagnamento, discernimento e integrazione. Parole decisive che ruotano attorno al cardine rappresentato dalla “Amoris laetitia”, l’esortazione apostolica arrivata al termine di due assemblee sinodali dedicate alla famiglia.

È l’intervento di Francesco in apertura del Convegno pastorale diocesano 2016 dal tema: «“La letizia dell’amore”: il cammino delle famiglie a Roma alla luce dell’Amoris laetitia». Giovedì 16 giugno, al cospetto delle navate stracolme di gente, il Papa non ha voluto approfondire i diversi passaggi del documento perché «sarà oggetto di esame – ha ricordato – in diversi gruppi di lavoro»: i laboratori attivi questa sera nelle prefetture. Quello che ha fatto è stato invece rovesciare lo sguardo, parlando di alcune «idee/tensioni chiave emerse durante il cammino sinodale, che possono aiutare a comprendere meglio lo spirito che si riflette sull’esortazione». Leggi l’intero articolo

«L’autorità episcopale sia segno dell’amore di Dio»


«Non sei chiamato soltanto a suscitare la fede, ad accenderla, ma a motivarla, a fortificarla». Il cardinale vicario, Agostino Vallini, si rivolge a monsignor Gianrico Ruzza, nuovo vescovo ausiliare della diocesi di Roma per il settore Centro e titolare della sede di Subaugusta, durante l’omelia della sua ordinazione episcopale. Gli chiede di «rianimare la fede dei battezzati, ridarle vigore in un contesto culturale in cui è spesso denutrita, poco consapevole, poco motivata e poco vissuta, così che viene meno la coerenza della vita».

Basilica di San Giovanni in Laterano gremita, sabato 11, per accogliere l’ingresso del nuovo ausiliare. Ad accompagnarlo, come co-consacranti nella celebrazione, il vicegerente di Roma, l’arcivescovo Filippo Iannone, e il vescovo Guerino Di Tora, ausiliare per il settore Nord. Attorno all’altare, tredici vescovi, tra cui gli altri ausiliari della diocesi. Il prefetto degli studi del Pontificio Seminario Romano Maggiore, monsignor Mario Pangallo, e don Paolo Ricciardi, parroco di San Carlo da Sezze a Casal Palocco, sono stati invece i due sacerdoti assistenti col compito di presentare il vescovo eletto al cardinale Vallini, che ha presieduto la celebrazione. Ad assistere anche il cardinale vicario emerito, Camillo Ruini. Leggi l’intero articolo