Le celebrazioni del Papa in dicembre e gennaio


Giovedì 8 dicembre, alle ore 16, Papa Francesco, accolto dal cardinale Agostino Vallini e dal sindaco, Virginia Raggi, pregherà e deporrà un omaggio floreale ai piedi della statua dell’Immacolata Concezione in piazza di Spagna. Lunedì 12 dicembre il Santo Padre celebrerà la Santa Messa a San Pietro, alle 18, in occasione della festa della Beata Vergine Maria di Guadalupe.
Il 24 dicembre il Pontefice celebrerà la Santa Messa per la Solennità del Natale del Signore, nella Basilica Vaticana, alle 21.30; il 25, dalla Loggia centrale della Basilica Vaticana, alle 12, impartirà la Benedizione “Urbi et Orbi”. Sabato 31 dicembre, Solennità di Maria SS.ma Madre di Dio, Francesco celebrerà nella Basilica Vaticana, alle 17, i Primi Vespri e il Te Deum in ringraziamento per l’anno trascorso. Poi domenica 1° gennaio 2017, Giornata mondiale della pace, presiede la Messa nella Basilica Vaticana, alle 10. leggi tutto »

Incontri di formazione sul ‘Mitis iudex’ in Vicariato


Il Tribunale di Prima Istanza e il Tribunale di Appello del Vicariato di Roma, in collaborazione con il Coetus Advocatorum, propongono, dal 18 gennaio al 3 maggio 2017, quattro incontri di formazione sul tema: “Prassi e sfide dopo l’entrata in vigore del M. p. Mitis Iudex Dominus Iesus e del Rescriptum ex audientia del 7 dicembre 2015”. Il ciclo di incontri, che si terranno nella Sala riunioni del terzo piano del Palazzo Apostolico Lateranense dalle 15.00 alle 17.30, è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Roma e riconosce due crediti formativi per ciascun evento.
Per ogni singolo incontro è richiesta conferma di partecipazione, entro dieci giorni precedenti la data prevista, all’indirizzo email: formazionetribunali@vicariatusurbis.org. Consulta il programma completo degli incontri nel file allegato

Incontri di formazione Tribunali

Chiusa la Porta Santa: «Rimanga spalancata quella della Misericordia»


Una breve preghiera poi, in silenzio, Papa Francesco ha chiuso i battenti della Porta Santa della Basilica di San Pietro. Così si è concluso il Giubileo straordinario della Misericordia: un momento semplice e solenne allo stesso tempo, perché la fine dell’Anno Santo non significa la fine del suo messaggio spirituale. Lo ha ricordato il Santo Padre quasi al termine della sua omelia: «Siamo chiamati a infondere speranza e a dare opportunità agli altri. Perché, anche se si chiude la Porta santa, rimane sempre spalancata per noi la vera porta della misericordia, che è il Cuore di Cristo». Leggi l’intero articolo

Calendario Diocesano 2016-2017


Calendario Diocesano 2016-2017

Dopo il Giubileo, «impegniamoci a non rimanere indifferenti»


Le mani del cardinale vicario Agostino Vallini si posano vicino alla scritta incisa nel 2000 dal maestro Floriano Bodini: «Christus heri, hodie, semper». Sotto la spinta, i cardini si muovono su se stessi, nel silenzio dell’intera basilica. Alle 17.41 del 13 novembre, un rumore sordo annuncia la chiusura della Porta Santa della cattedrale che è madre e capo di tutte le chiese di Roma e del Mondo. Una volta terminato il breve rito, il cardinale con il vicegerente Filippo Iannone e l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio consiglio per la nuova evangelizzazione, i vescovi ausiliari, il vicario del cardinale arciprete Luca Brandolini, i canonici, i coadiutori del Capitolo lateranense e decine di sacerdoti romani, si sono recati in processione all’altare papale di San Giovanni in Laterano, accompagnati dal coro diocesano diretto da monsignor Marco Frisina. Leggi l’intero articolo

Lettera del cardinale vicario ai parroci in merito alla pastorale familiare

Roma, 7 novembre 2016

Ai Parroci della Diocesi di Roma

Carissimo Parroco,
il desiderio di dare seguito alla bella esperienza del Convegno Diocesano dello scorso giugno sulla pastorale familiare, insieme con i Vescovi Ausiliari mi spinge a convocare un incontro con tutti i collaboratori pastorali che già sono impegnati o intendono impegnarsi nella pastorale delle famiglie. Lo scopo è dare un nuovo slancio alla pastorale familiare. Il Papa stesso in Amoris laetitia ci dice che “Non basta inserire una generica preoccupazione per la famiglia nei grandi progetti pastorali. Affinché le famiglie possano essere sempre più soggetti attivi della pastorale familiare, si richiede «uno sforzo evangelizzatore e catechetico indirizzato all’interno della famiglia», che la orienti in questa direzione” (AL 200). leggi tutto »